GIUSEPPE ANDRIANI (1947 - 2011)

Pubblicato il 5 maggio 2022 • Cultura

Giuseppe Andriani, nato il 28 febbraio 1947 da Giovanni e Iolanda Di Summa nel 1969 divenne ragioniere e perito commerciale. Nel marzo 1971 fu tesoriere del " Movimento Culturale Francavillese", gruppo proveniente dall'"Organizzazione Culturale Francavillese", fondato nel 1970 proveniente dall'associazione "Nuova Frontiera J. F. Kennedy", costituitasi il 28 gennaio 1967. Nell'ottobre, Peppo, come si faceva chiamare dagli amici, fu socio fondatore del "Centro Culturale Francavillese" , attualmente intitolato a Rosa Tardio. Nel settembre 1976 fu socio fondatore della prima emittente radiofonica "R.A.F. Radio Autonoma Francavilla", ubicata al primo piano sulla chiesa di S. Angelo concessa da don Rosario Ribezzi (1927-1977), parroco pro tempore della chiesa di S. Eligio; fu socio fondatore della emittente "Radio Libera FrancaviIla". Il 19 settembre 1977 si laureò in Economia e Commercio nella Libera Università abruzzese degli Studi "Gabriele D'Annunzio di Chieti­-Pescara, svolgendo da quel momento la libera professione di commercialista e revisore contabile. Il 25 gennaio 1980 si costituì l'Associazione " Radio Club C. B. Francavilla" divenute poi "Servizio Emergenza Francavilla" di cui I' Andriani, socio fondatore, aveva il nominativo radioamatoriale K4; l'associazione aveva lo scopo "di contribuire alla diffusione, conoscenza e studio delle radioemissioni ai fini di mutuo soccorso, pubblica utilità e civico impegno". L'associazione intervenne per la prima volta nel terremoto dell'Irpinia del 23 novembre 1980. Il 3 maggio 1981 a Roma gli fu conferita ad onorem, da parte della lnternational BusinessCorporation, la Gran Croce al Merito del lavoro con la motivazione "quale riconoscimento di merito per le sue doti umane e qualità professionali". Dal 1993 al 2011 fu presidente dell' A.N.F.F.A.S (Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali). "Vicinissimo ai problemi di chi soffre, sempre si prodigò per lenire le sofferenze degli altri, per farli sentire utili e necessari pur nella loro preziosa diversità". Durante la sua presidenza, oltre ad essere stato componente del Collegio Nazionale dei Probiviri dell' A. N. F .F .A.S., allestì in via Bottari n. 13 la nuova sede della sezione locale, donata dai coniugi Giovanni Montagnola e Maria Antonietta Camarda, inaugurata il 14 ottobre 2000 e intestata a Emanuele Andriulo (1912-1997), loro zio. Spirito altruista e mecenate di varie iniziative culturali, Giuseppe Andriani pubblicò con il suo contributo: Fronde Sparsa, a cura di G. Cafueri, ed. Neapolis, supp. al n. 1 di "Francavilla Oggi" 2 aprile 1988; Calandariu Franchieddési, ricerca storica di G. Cafueri, sponsor da 1990 al 2001; C. D' Amone, Don Crocifisso Camarda, Latiano 1993; L. Ruggiero, Antonio Mogavero, vita e opere, edizione, Amici della "A. De Leo" Brindisi 1993; Omaggio a Peppo Cafueri, recensioni sul Calandariu Franchiddési 1990-1994 di Domenico Camarda. Sempre nel 1994 "fu lui che volle i nomi dei sindaci [di Francavilla Fontana] stampati su carta pergamena da donare a chi aveva amministrato la città, e a i cultori di cose patrie". E' presente nella Tabula Gratulatoria di tutte le pubblicazioni del prof. Domenico Camarda. "Questo era Peppo Andriani. Un uomo altruista, un generoso, un amico sincero che sapeva valorizzare [ ... ] amicizia, amore per i sofferenti [ ... ] vero gentiluomo, dall'animo squisito". Morì il 14 giugno 2011.

 


Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni consulta la Cookie Policy