ALBO POP

PDF  Stampa  E-mail  Martedì 04 Aprile 2017 12:07

Trasparenza: con Albo Pop, da oggi, determine e delibere direttamente sul proprio telefonino. L’assessore Rizzo: “Noi tra i primi Comuni in Puglia. Il Comune di Francavilla Fontana non è mai stato così trasparente”.
Essere aggiornati quotidianamente e in tempo reale su tutti i provvedimenti adottati dall’Amministrazione comunale di Francavilla Fontana, da oggi, è possibile. Per tutti. La giunta guidata dal sindaco Maurizio Bruno, su proposta dell’assessore all’Amministrazione digitale Maria Rizzo, ha infatti deliberato l’attivazione di “Albo Pop”, canale telematico che permette attraverso l’App di messaggistica “Telegram” di ricevere istantaneamente sul proprio telefonino, tablet o pc, delibere e determine nello stesso istante in cui queste vengono pubblicate sull’Albo pretorio del Comune di Francavilla Francavilla Fontana.
Attivare il canale è semplice. E’ sufficiente, dopo aver scaricato l’app “Telegram”, scrivere nell’apposita barra di ricerca l’indirizzo https://telegram.me/albopopfrancavilla. Quindi cliccare “Open Channel”. Da quel momento ogni qualvolta sarà pubblicato sull’Albo pretorio comunale un qualunque provvedimento amministrativo, i possessori di “Albo Pop” riceveranno una notifica e un messaggio sul telefonino contenente il link al provvedimento stesso, per poterlo scaricare e consultare.
“E’ uno strumento – commenta l’assessore Maria Rizzo – al quale ho lavorato per molto tempo e che rende, se possibile, ancora più trasparenti le mura del nostro Comune. Siamo tra i primi Comuni in tutta la Puglia ad averlo attivato, e non possiamo che andarne orgogliosi. Anche perché non si tratta di qualcosa che vada a vantaggio dell’Amministrazione o della politica, ma del cittadino. E’ un servizio di democrazia e trasparenza che abbatte le barriere e permette ai cittadini stessi di conoscere cosa il politico fa, quando e in che modo. Subito. Senza ostacoli. Mai, prima d’ora, il Comune di Francavilla era stato così trasparente. Per anni si è detto che Palazzo di Città dovesse diventare una casa di vetro. Ma è sempre rimasto uno slogan da campagna elettorale. Noi lo abbiamo fatto, e continueremo ad abbattere ogni barriera tra le istituzioni comunali e i cittadini”.