Il Comune di Francavilla Fontana intende concede in uso ai cittadini residenti nel proprio territorio, a fronte di una richiesta espressa in forma individuale, n. 23 appezzamenti di terreno comunale destinati a orto sociale.


Gli “orti sociali” sono collocati in prossimità della zona 167.


Requisiti per l'assegnazione
Per l’assegnazione dei terreni ad uso orto i cittadini o associazioni (art. 1 comma 2) richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
• Essere residenti nel Comune di Francavilla Fontana;
• Essere in grado di provvedere direttamente, anche con l’aiuto di un componente del proprio nucleo famigliare, alla coltivazione dell’orto assegnato e non godere, né a titolo gratuito né a titolo oneroso, di altro terreno coltivabile, pubblico o privato, né svolgere attività di coltivazione su fondi appartenenti, a qualsiasi titolo, a familiari o terzi. Il presente requisito dovrà essere comprovato da una autocertificazione ai sensi di Legge sottoscritta dal richiedente ed allegata alla domanda di assegnazione.


Il Quartiere può riservare orti per iniziative didattiche o culturali, volte a favorire la conoscenza e la valorizzazione delle tecniche di coltivazione, nel rispetto per l’ambiente.


Il Quartiere può, altresì, riservare orti da assegnare a particolari categorie di cittadini, quali famiglie numerose o cittadini di qualsiasi età che rientrino in specifici progetti o finalità di carattere sociale e/o socio educativo.


Criteri e modalità per l'assegnazione


Il presente avviso è strumentale all'acquisizione delle manifestazioni di interesse per gli orti da assegnare.
L’Ente si impegna, nell’ipotesi di aggiudicazione ed assegnazione degli Orti Sociali, a ripulirli e ad affidarli in buono stato manutentivo.
Le domande dovranno pervenire al protocollo del Comune di Francavilla Fontana – via Municipio n. 2 – entro le ore 12:00 del giorno 27/03/2019.
L'ufficio competente per l'assegnazione è l’Ufficio Patrimonio.
L’Amministrazione Comunale si riserva di effettuare le necessarie verifiche riguardo le dichiarazioni presentate dai richiedenti.
L’assegnazione ha validità triennale, salva anticipata rinuncia dell’assegnatario o revoca da parte dell’Amministrazione Comunale.
Ogni nucleo familiare potrà avere in gestione una sola area ortiva.
L’orto sociale sarà assegnato con apposito atto di concessione.
Il regolamento dovrà essere sottoscritto ed integralmente accettato da ogni assegnatario contestualmente alla formale assegnazione.
L’assegnazione avviene in capo al richiedente o ad altro componente del nucleo familiare che potrà subentrare all’assegnatario in caso di decesso di quest’ultimo, purché in possesso dei requisiti di cui all’articolo 2 del Regolamento per l'assegnazione gratuita di Orti Sociali.


Revoca


La mancata coltivazione dell’orto e l’inosservanza delle norme per la conduzione daranno luogo alla revoca della concessione. Su segnalazione, il Servizio comunale competente attiva una istruttoria richiedendo per iscritto chiarimenti al concessionario. In caso di mancata risposta entro trenta giorni dalla richiesta di chiarimenti o di immotivata risposta la concessione viene revocata con comunicazione scritta all’assegnatario. 
Nel momento in cui l’assegnatario trasferisca la residenza fuori del Comune di Francavilla Fontana decade automaticamente dall’assegnazione del lotto.
In nessun caso saranno mai riconosciuti rimborsi per frutti pendenti. Il terreno non potrà essere in alcun caso usucapibile.

 

Controlli


Il controllo del presente regolamento è affidato alla Polizia locale, che segnalerà all’Ufficio Patrimonio, eventuali inadempienze per i provvedimenti di competenza.


Gestione degli orti


Tutte le spese relative alla coltivazione degli orti sono a carico dei concessionari. I prodotti ricavati dalla coltivazione rimangono di proprietà degli stessi e non possono, sotto qualsiasi forma, essere commercializzati, fatta salva la facoltà di destinazione in forma gratuita a collette alimentari o market solidali o iniziative similari.
Ogni danno, furto, manomissione, infortunio, incidente che l’assegnatario possa subire o causare a terzi sarà a lui esclusivamente imputabile.
L’Amministrazione Comunale resta pertanto esonerata da ogni responsabilità civile e penale.
L’uso dell’acqua di irrigazione dovrà essere limitato alla stretta necessità in base alle colture praticate. È fatto divieto di irrigare mediante tubo di gomma collegato direttamente all’impianto idrico generale al fine di non creare disagi agli altri assegnatari. Episodi ripetuti di consumo immotivato potranno comportare oltre al pagamento dei maggiori oneri di utenza, la revoca della concessione.
Il Comune installerà i contatori di sottrazione per mezzo dei quali sarà accertato il consumo idrico e l’Ufficio Tecnico quantificherà le spese vive che saranno addebitate al concessionario dell’orto.
Gli scarti ortivi, devono essere trasformati in compost: ogni assegnatario è tenuto a smaltire gli scarti vegetali nell’area assegnata, secondo il principio del riciclo e della concimazione ecocompatibile. Gli scarti ortivi che per quantità o qualità non siano smaltibili nell’area dell’orto assegnato, devono essere  conferiti negli appositi contenitori messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale.
In tutte le aree ortive è concesso far entrare gli animali da compagnia. È fatto obbligo al proprietario dell’animale il puntale rispetto della normativa vigente in materia di tenuta e custodia degli animali. I proprietari degli animali dovranno attuare quanto necessario al fine di evitare che detti animali sporchino e/o arrechino danno o disturbo.

Torna all'inizio del contenuto