Coronavirus, le misure adottate dal Governo
 

Il 30 gennaio 2020, in seguito alla segnalazione da parte della Cina (31 dicembre 2019) di un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota (poi identificata come un nuovo coronavirus Sars-CoV-2) nella città di Wuhan, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale l'epidemia di coronavirus in Cina. Il giorno successivo il Governo italiano, dopo i primi provvedimenti cautelativi adottati a partire dal 22 gennaio, tenuto conto del carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia, ha proclamato lo stato di emergenza e messo in atto le prime misure contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale.

 

Di seguito si riportano, in ordine cronologico inverso, le misure adottate dal Governo a partire dal 13 maggio 2020.

 

4 novembre 2020

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l'Ordinanza che suddivide le Regioni nelle tre aree di criticità. Nello specifico sono ricomprese: nell'Area gialla Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto; nell'Area arancione: Puglia, Sicilia; nell'Area rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta.

Il Presidente Conte ha illustrato in conferenza stampa il nuovo Dpcm e ha annunciato un nuovo decreto legge che consentirà la pronta erogazione di nuovi indennizzi agli operatori economici colpiti da queste nuove misure restrittive.

 

3 novembre 2020

Il Presidente Conte ha firmato il Dpcm 3 novembre 2020 contenente le nuove misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre 2020. Il nuovo Dpcm individua tre aree - gialla, arancione e rossa - corrispondenti ai differenti livelli di criticità nelle Regioni del Paese e per le quali sono previste misure specifiche. Nella fascia riservata alle Regioni a rischio di massima gravità, con scenario 4 (Area rossa) sono concentrate le misure più restrittive; nella fascia per le Regioni a rischio alto ma compatibili con lo scenario 3 (cosiddetta area arancione), sono previste misure lievemente meno restrittive, nella terza fascia, quella per tutto il territorio nazionale, rientrano le restanti Regioni (Area gialla).

 

2 novembre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica le Comunicazioni sulla situazione epidemiologica e sulle eventuali ulteriori misure per fronteggiare l'emergenza da Covid-19. La lettura del report settimanale di monitoraggio sull’evoluzione del quadro pandemico, curato dall’Istituto Superiore di Sanità, ha infatti costretto a prefigurare un nuovo corpus di misure restrittive. In ragione di queste sopravvenute evenienze, Il Presidente ha anticipato il confronto con il Parlamento al fine di accogliere i rilievi e le osservazioni contenute nelle risoluzioni approvate dalle Camere sull'adozione di un ulteriore provvedimento.

 

29 ottobre 2020

Il Presidente Conte ha tenuto un'Informativa alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica sui contenuti del Dpcm 24 ottobre 2020 recante ulteriori misure per contrastare l'epidemia da COVID-19. In serata ha partecipato in videoconferenza alla riunione informale dei Capi di Stato e di Governo Ue sulla necessità di intensificare lo sforzo collettivo per combattere la pandemia da Covid-19.  Il giorno precedente ha risposto, durante il Question time alla Camera, a numerose interrogazioni sul Decreto Ristori.

 

27 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i Ministri Roberto Gualtieri (Economia e Finanze) e Stefano Patuanelli (Sviluppo economico) hanno illustrato in conferenza stampa il cd. "Decreto Ristori", approvato dal Consiglio dei Ministri n.69. 

In vista dell'approvazione del "Decreto Ristori", il Presidente Conte e i relativi Ministri competenti in materia, in giornata hanno avuto una serie di incontri, in video collegamento, con i rappresentanti delle categorie penalizzate dalle misure del Dpcm del 24 ottobre e beneficiarie degli indennizzi.

 

25 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ha tenuto una conferenza stampa per illustrare le nuove misure contenute nel Dpcm 24 ottobre.

 

21 e 22 ottobre 2020

Il Presidente Conte ha reso una Informativa a Senato e Camera su tali misure sulle ulteriori iniziative adottate dal Governo con il nuovo Dpcm relativo all'emergenza epidemiologica da Covid-19.

 

18 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato (e illustrato in conferenza stampa) un nuovo Dpcm volto a integrare il precedente decreto del 13 ottobre con ulteriori misure di natura restrittiva, al fine di contenere quanto più possibile il contagio, in presenza di una recrudescenza del virus, ormai in atto da alcune settimane.

 

17 ottobre 2020

Il Consiglio dei Ministri n. 67 ha approvato il decreto-legge n. 129/2020 che dispone la proroga fino al 31 dicembre 2020 della sospensione delle attività di notifica di nuove cartelle di pagamento, del pagamento delle cartelle precedentemente inviate e degli altri atti dell’Agente della Riscossione. Allo stesso tempo, si proroga al 31 dicembre anche il periodo durante il quale si decade dalla rateizzazione con il mancato pagamento di 10 rate, anziché 5.

 

13 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm del 13 ottobre 2020 sulle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Covid-19 e nel pomeriggio ha tenuto un punto stampa.

 

7 ottobre 2020

Il Consiglio dei Ministri n. 66, vista la nota del Ministro della salute e il parere del Comitato tecnico scientifico, ha deliberato la proroga, fino al 31 gennaio 2021, dello stato d’emergenza dichiarato in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS). E' stato inoltre ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonché attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020. Nel pomeriggio il Presidente ha illustrato le nuove misure durante un punto stampa.

 

10 settembre 

Il Consiglio dei Ministri n. 63 ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per la pulizia e la disinfezione dei locali adibiti a seggio elettorale e per il regolare svolgimento dei servizi educativi e scolastici gestiti dai comuni.

 

9 settembre 2020

Si è svolta, a Palazzo Chigi, la conferenza stampa sulla scuola con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i Ministri Azzolina, Speranza e De Micheli.

 

7 settembre 2020

Il Presidente Conte ha firmato il Dpcm che proroga al 7 ottobre le misure precauzionali per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 contenute nel Dpcm 7 agosto 2020.

 

3 settembre 2020

Il Consiglio dei Ministri n. 62 ha approvato ha approvato il decreto-legge n. 111/2020 che introduce disposizioni urgenti per far fronte a esigenze indifferibili connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.
Il testo interviene in diversi ambiti, al fine di garantire il regolare avvio dell’anno scolastico, rimodulare e garantire il trasporto pubblico locale e misure di sostegno alle isole Pelagie.

 

7 agosto 2020

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia. Con il decreto, il Governo ha stanziato ulteriori 25 miliardi di euro, da utilizzare per proseguire e rafforzare l’azione di ripresa dalle conseguenze negative dell’epidemia da COVID-19 e sostenere lavoratori, famiglie e imprese, con particolare riguardo alle aree svantaggiate del Paese.

Inoltre, con il Dpcm firmato dal Presidente Conte vengono prorogate, fino al 7 settembre 2020, le misure precauzionali minime per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19.

 

30 luglio 2020

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020. Il testo proroga, dal 31 luglio al 15 ottobre 2020, le disposizioni di cui ai decreti legge nn. 19 e 33 del 2020 che consentono  di adottare specifiche misure di contenimento dell’epidemia.

 

14 luglio 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 14 luglio 2020 che proroga al 31 luglio 2020 le misure del Dpcm 11 giugno 2020. 
Sono inoltre confermate e restano in vigore, sino a tale data, le disposizioni contenute nelle ordinanze del Ministro della salute 30 giugno 2020 e 9 luglio 2020. 

 

15 giugno 2020

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Nunzia Catalfo, ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure urgenti in materia di trattamento di integrazione salariale.

 

11 giugno 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm che autorizza la ripresa di ulteriori attività a partire dal 15 giugno tra cui:centri estivi per i bambini, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, così come le attività di centri benessere, centri termali, culturali e centri sociali. Riprendono, inoltre, gli spettacoli aperti al pubblico, le sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto ma con alcune cautele/precauzioni. Restano invece sospese tutte le attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche, locali assimilati sia all'aperto che al chiuso. A partire dal 12 giugno, riprendono invece gli eventi e le competizioni sportive a porte chiuse ovvero all'aperto senza la presenza del pubblico nel rispetto dei protocolli di sicurezza emanati dalle rispettive Federazioni sportive al fine di prevenire le occasioni di contagio. A decorrere dal 25 giugno 2020 è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto nelle Regioni e Province Autonome che, d’intesa con il Ministero della Salute e dell’Autorità di Governo delegata in materia di sport, abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori.

 

9 giugno 2020

Il Comitato Comitato di esperti in materia economica e sociale ha presentato al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il rapporto "Iniziative per il rilancio “Italia 2020-2022”.

 

3 giugno 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto a Palazzo Chigi una conferenza stampa in merito alla riapertura degli spostamenti interregionali.

 

21 maggio 2020

Il Presidente Conte ha tenuto un'informativa urgente alla Camera dei Deputati e al Senato sulle misure per la nuova fase legate all'emergenza epidemiologica da Covid-19. 

 

16 maggio 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato in conferenza stampa le misure contenute nel Dpcm di attuazione del Decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, in vigore da lunedì 18 maggio.

 

15 maggio 2020

Il Consiglio dei Ministri n. 46 ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il decreto delinea il quadro normativo nazionale all’interno del quale, dal 18 maggio al 31 luglio 2020, con appositi decreti od ordinanze, statali, regionali o comunali, potranno essere disciplinati gli spostamenti delle persone fisiche e le modalità di svolgimento delle attività economiche, produttive e sociali.

 

13 maggio 2020

Il Consiglio dei Ministri n. 45 ha a pprovato il decreto-legge "Rilancio". Il Presidente Conte ha illustrato il provvedimento in conferenza stampa con i Ministri Gualtieri, Speranza, Patuanelli e Bellanova.

 

 

Torna su