AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL PUNTO RISTORO DEL PALAZZETTO DI VIA PIERO ARGENTINA E ALTRI SERVIZI ACCESSORI


ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE

 

1. L’oggetto principale del contratto è costituito dalla gestione e conduzione dello spazio adibito a punto ristoro all’interno del Palazzetto dello Sport di via Piero Argentina e delle relative aree limitrofe, interne ed esterne, da destinare ad attività di intrattenimento degli ospiti nelle più diverse forme (vd. area perimetrata nella allegata planimetria).
2. L’attività consiste nella gestione e conduzione di attività di somministrazione di alimenti e bevande di tipo “C”. Il concessionario dovrà accollarsi una serie di oneri, precisamente:
• il pagamento di un canone annuo di concessione dell’importo di € 9.240,00 (euro novemiladuecentoquaranta/00), oltre Iva ai sensi di legge, se dovuta;
• il suddetto canone sarà soggetto ad eventuali offerte al rialzo nel corso della gara e non comprende i costi di fornitura acqua, luce e gas relativi alla gestione del punto ristoro e delle aree annesse, che sono a carico del concessionario;
• l’erogazione di un servizio di guardiania, custodia, apertura e chiusura della struttura;
• il supporto all’ente comunale nella gestione dei rapporti con i soggetti destinatari della concessione in uso degli impianti sportivi e nella relativa assegnazione degli spazi;
3. E’ prevista anche l’eventuale erogazione di servizi aggiuntivi (pulizia di tutta la struttura o di una parte della stessa etc.) rispetto a quelli sopra indicati che il gestore si impegni, in sede di gara, ad assumere e il cui valore monetario (calcolato in termini di impiego orario del personale da adibire a tale attività e di altri, eventuali costi) sarà scomputato dall’importo del canone locativo da egli offerto.
4. Le attività di cui ai precedenti commi 2 e 3 non saranno remunerate dall’Amministrazione comunale e sono ad esclusivo carico del concessionario.
5. Si precisa che nei locali oggetto di concessione saranno vietati l’installazione e l’uso di apparecchi automatici, semiautomatici ed elettronici per il gioco d’azzardo di cui ai commi 5 e 6 dell’art. 110 del TULPS.
6. La prestazione è definita e regolata secondo quanto previsto dal presente Capitolato speciale, parte integrante del presente bando.

 

ART. 2 – DURATA E IMPORTO DI CONTRATTO

 

1. La durata dell’affidamento è stabilita in n. 10 (dieci) anni dalla data di consegna dell’immobile, fatta salva la durata inferiore eventualmente proposta dal concessionario in sede di gara.
2. Il concessionario dovrà corrispondere al Comune un canone annuo di concessione con offerta al rialzo sulla base d’asta stabilita in € 9.240,00 (euro novemiladuecentoquaranta/00), oltre Iva ai sensi di legge, se dovuta.
3. Il valore della concessione, parametrato alla sua durata, quale è stata posta a base di gara, è pari a complessive € 92.400,00 (euro novantaduemilaquattrocento/00).
3. Il suddetto canone sarà soggetto ad eventuali offerte al rialzo nel corso della gara e non comprende i costi di fornitura acqua, luce e gas relativi alla gestione del punto ristoro e delle aree annesse.
4. Il canone dovrà essere versato presso la Tesoreria Comunale in dodici rate mensili, entro il giorno 5 di ogni mese di durata del contratto.

 

ART. 3 – CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

 

1. La presente procedura competitiva si svolgerà sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa articolata sui seguenti elementi:
a) Miglioramento del prezzo a base di gara – MAX 30 PUNTI;
b) Esperienza nel settore specifico dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, comprovata dall’anzianità di iscrizione nel registro delle imprese come impresa attiva nel settore della somministrazione di alimenti e bevande alla data di pubblicazione del presente bando – MAX 30 PUNTI, articolati come segue:
- nessuna anzianità di iscrizione nel registro delle imprese: punti 0;
- anzianità di iscrizione nel registro delle imprese fino a 2 anni: punti 5;
- anzianità di iscrizione nel registro delle imprese maggiore di 2 anni e fino a 4 anni: punti 10;
- anzianità di iscrizione nel registro delle imprese maggiore di 4 anni e fino a 6 anni: punti 15;
- anzianità di iscrizione nel registro delle imprese maggiore di 6 anni e fino a 8 anni: punti 20;
- anzianità di iscrizione nel registro delle imprese maggiore di 8 anni e fino a 10 anni: punti 25;
- anzianità di iscrizione nel registro delle imprese superiore a 10 anni: punti 30;
c) Offerta in diminuzione sul tempo massimo di durata della concessione – MAX 10 PUNTI;
d) Valutazione dei progetti che prevedano una proficua ed ottimale utilizzazione della concessione – MAX 30 PUNTI, con particolare riferimento:
a) alla erogazione di servizi aggiuntivi, oltre a quelli base previsti dall’art. 1, comma 2, del presente capitolato, che riguardino la struttura nel suo complesso (ad es. servizi di pulizia di tutta la struttura o di una parte della stessa, etc.) e/o la gestione del punto ristoro e degli spazi annessi;
b) progetto di utilizzo del punto ristoro e degli spazi annessi.
2. L’eventuale impegno a erogare servizi aggiuntivi (pulizia di tutta la struttura o di una parte della stessa etc.) deve contenere la precisa enucleazione delle seguenti informazioni:
- Descrizione delle attività;
- Personale adibito alle attività medesime; in particolare dovrà essere indicato:
• il numero delle unità adibite ai servizi aggiuntivi;
• il numero delle ore di impiego di ciascuna di esse;
• il costo orario di ciascuna unità impiegata in base al contratto collettivo di riferimento;
• le altre spese che l’erogazione del servizio comporta (costo materiali e dotazioni, etc.)
3. Il costo dei suddetti servizi aggiuntivi sarà scomputato dall’importo del canone locativo offerto dal singolo concorrente.
4. Il punteggio relativo all’elemento di valutazione di cui al comma 1, lett. a (Miglioramento del prezzo a base di gara) del presente articolo sarà attribuito applicando la seguente formula: P = RialzoOff*Pmax/RialzoMax.
5. Il punteggio relativo all’elemento di valutazione di cui al comma 1, lett. c (Offerta in diminuzione sul tempo massimo di durata della concessione) del presente articolo sarà attribuito applicando la seguente formula: Ci Ai / Amax dove: Ci = coefficiente attribuito al concorrente i-esimo; Ai = valore (riduzione) dell’offerta (di tempo espresso) del concorrente i-esimo; Amax = valore (riduzione) massimo dei valori delle offerte dei concorrenti.
6. Il punteggio relativo all’elemento di valutazione di cui al comma 1, lett. d (Valutazione dei progetti) del presente articolo sarà attribuito mediante il meccanismo di seguito descritto:
a) attribuzione discrezionale, da parte di ogni commissario di coefficienti, variabili tra zero ed uno, alle proposte dei concorrenti;
b) determinazione della media dei coefficienti che ogni commissario ha attribuito alle proposte dei concorrenti;
c) trasformazione della media dei coefficienti attribuiti ad ogni offerta da parte di tutti i commissari in coefficienti definitivi, riportando ad 1 la media più alta e proporzionando a tale media massima le medie provvisorie prima calcolate.

 

ART. 4 - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE ALLA GARA

 

1. Sono ammesse a partecipare alla gara le persone fisiche ancorché non ancora costituite in forma di impresa (salvo l’onere di provvedere a costituirsi in tale forma in caso di aggiudicazione), le ditte individuali e le società.
2. I soggetti che intendono partecipare alla gara devono essere in possesso, a pena di esclusione dalla procedura:
· dei requisiti di ordine generale di cui all'art. 80 del Decreto Legislativo 18.04.2016 n. 50;
· dei requisiti morali di cui all'art. 71 del Decreto Legislativo 26.03.2010 n. 59 e di cui agli artt. 11 e 92 del R.D. 18 giugno 1931 n. 773 T.U.L.P.S. per l'esercizio dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
· dei requisiti professionali di cui all’art. 71 del D.Lgs. 26 maggio n. 59 per l'esercizio dell’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;
· dell’iscrizione alla C.C.I.A.A. per l’esercizio di attività compatibili con quella oggetto della presente concessione (con esclusione delle persone fisiche non ancora costituite in forma di impresa che in caso di aggiudicazione avranno l’onere di iscriversi presso la Camera di Commercio territorialmente competente per lo svolgimento dell'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande).
3. I requisiti di ordine generale e morali devono essere posseduti dalle persone fisiche, dai titolari delle ditte individuali e dai legali rappresentanti, soci amministratori e direttori tecnici dell'impresa nel caso di società.
4. I requisiti professionali devono essere posseduti dalle persone fisiche, dai titolari delle ditte individuali e da almeno un socio amministratore nel caso di società, ovvero, in alternativa, dall'eventuale persona preposta dall’impresa all'attività di somministrazione alimenti e bevande. In tal caso, il soggetto preposto all'attività di somministrazione alimenti e bevande dovrà essere anch'egli in possesso dei requisiti di ordine generale e morali.
5. Sono altresì ammessi alla selezione i soggetti che intendano riunirsi costituendo apposito raggruppamento che, in caso di aggiudicazione, dovrà essere formalizzato con atto espresso, individuando, nei modi di legge, il soggetto di riferimento per l’esecuzione del contratto.
6. In ogni caso:
- ciascun soggetto dovrà essere in possesso dei requisiti richiesti;
- l’offerta congiunta dovrà essere sottoscritta dai legali rappresentanti di tutti i soggetti facenti parte del raggruppamento.

 

ART. 5 - AGGIUDICAZIONE

 

1. L’aggiudicazione verrà pronunciata in favore del concorrente che, al termine delle operazioni di gara, risulti il primo della graduatoria finale stilata dalla Commissione di gara.
2. La concessione si concretizzerà in un contratto di gestione, fino alla stipula del quale l’Amministrazione Comunale potrà, in ogni caso, annullare o revocare la procedura espletata, per insindacabili motivi di pubblico interesse. Da nessuna delle predette circostanze il concorrente potrà trarre ragioni per richiedere o pretendere risarcimenti o indennizzo alcuno per il solo fatto di avere partecipato.
3. Sarà in ogni caso motivo di decadenza dell’aggiudicazione o causa di nullità della convenzione stipulata, fatte salve le ulteriori conseguenze penali previste dalla legge, la formazione, il rilascio e l’uso di atti falsi, e l’appurata non veridicità di dichiarazioni sostitutive presentate.
4. L’Amministrazione si riserva la facoltà di recedere dal contratto nel caso in cui il concessionario non garantisca la gestione a partire dalla decorrenza indicata nel contratto.
5. L’Amministrazione Comunale, nel caso di decadenza dall’affidamento per inadempimento degli obblighi gravanti sull’affidatario prima della stipula della convenzione ovvero per accertata mancanza, in capo allo stesso, dei requisiti richiesti per la partecipazione alla procedura di gara, fatto salvo il diritto al risarcimento del danno, potrà affidare il servizio al concorrente che segue nella graduatoria finale.
6. In tutti i casi di decadenza dall’affidamento, di risoluzione, recesso o nullità del contratto per fatto del concorrente/conduttore/gestore, l’Amministrazione Comunale si rivarrà, fatto salvo il risarcimento del maggiore danno, sulla cauzione provvisoria/definitiva costituita.

 

ART. 6 – RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

 

Il responsabile unico del procedimento è Rag. Gasbarro Giampiero (tel. 0821/820404 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., casella PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), cui è possibile rivolgersi per qualsiasi informazione o chiarimento.

 

ART. 7 SOPRALLUOGO

 

Le visite dei locali adibiti a punto ristoro all’interno del Palazzetto dello Sport di via Piero Argentina e delle relative aree limitrofe possono essere effettuate previo appuntamento con il responsabile unico del procedimento Rag. Gasbarro Giampiero, tel. 0821/820404 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., casella PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Il sopralluogo è facoltativo.

 

ART. 8 - CAUZIONE DEFINITIVA

 

1. A garanzia degli obblighi assunti, il concessionario dovrà prestare una cauzione definitiva pari al 10% dell’importo contrattuale, sulla quale il Comune potrà rivalersi in caso di violazione degli
obblighi pattuiti ed il cui importo originario dovrà essere immediatamente ripristinato dal gestore. Detto importo dovrà rimanere invariato per tutta la durata della convenzione. Qualora l’affidatario utilizzi il metodo della polizza fideiussoria, questa, accesa presso primari istituti abilitati, dovrà essere esigibile per tutta la durata della concessione, a semplice richiesta scritta del comune, senza obbligo della preventiva escussione. La cauzione verrà restituita alla scadenza della convenzione, previo accertamento degli obblighi assunti dal gestore.

 

ART. 9 - RESPONSABILITA’

 

1. Tutte le responsabilità civili e penali di quanto avvenga all’interno dei locali bar e aree limitrofe di svolgimento dell’attività di somministrazione sono a carico dell’affidatario che si obbliga al rispetto di tutti gli adempimenti di legge previsti per la sicurezza ai sensi del D. Lgs. n. 81/2008 e ss.mm.ii. L’affidatario terrà comunque sollevato il Comune da ogni responsabilità per danni a persone o cose connessi alla gestione del bar. A tal fine compete al medesimo affidatario di stipulare polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi, con primaria compagnia di assicurazione, relativa all’attività oggetto del presente capitolato speciale ove sia apposta la clausola che il Comune è considerato terzo. Copia di detta polizza dovrà essere rimessa al Comune alla sottoscrizione della convenzione.
2. Prima della stipula del contratto di concessione il concessionario è obbligato a produrre le polizze assicurative di cui all’art. 7 dell’allegato capitolato speciale d’appalto.
3. La sottoscrizione e/o validità delle coperture assicurative attivate non libera comunque il concessionario dai rischi e dalle responsabilità connesse all’attività e alla gestione del bar che rimangono a suo esclusivo carico; per eventuali danni a cose o persone, il Comune sarà comunque esonerato da qualunque tipo di responsabilità.

 

ART. 10 - DOCUMENTI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA

 

Per essere ammessi alla procedura selettiva ogni concorrente dovrà presentare, a pena di esclusione, la seguente documentazione:
1) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE alla selezione (in bollo da € 16,00), da compilare utilizzando il modello unito al presente bando sub. A.
La domanda, a pena di esclusione, dovrà essere sottoscritta in calce dal concorrente, dall’eventuale procuratore, dagli eventuali soci e/o preposti.
2) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’ (vd. modello allegato sub. B) CHE ATTESTI EX ART. 47 DPR 445/00 IL POSSESSO DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA;
3) PROGETTO DI UTILIZZO DEL PUNTO RISTORO E DEGLI SPAZI ANNESSI, CON L’EVENTUALE OFFERTA DI SERVIZI AGGIUNTIVI;
4) OFFERTA RELATIVA AL CANONE DI CONCESSIONE E ALLA DURATA DEL CONTRATTO, CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’ CHE ATTESTI EX ART. 47 DPR 445/00 L’ANZIANITA’ DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DEL CONCORRENTE (vd. modello allegato sub. C);
Alla domanda di partecipazione, alle dichiarazioni e alle offerte di cui ai punti 1), 2) 3) e 4) dovranno essere allegate le fotocopie dei documenti di identità del sottoscrittore o dei sottoscrittori in corso di validità.
5) CAPITOLATO SPECIALE DI GARA (vd. allegato D) debitamente firmato dal concorrente in ogni facciata, in segno di piena conoscenza ed accettazione delle disposizioni in esso contenute.

 

ART. 11 - PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

 

1. Il plico contenente l’offerta e le documentazioni, a pena di esclusione dalla gara, deve essere idoneamente sigillato e deve pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata, entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 03.02.2019 esclusivamente all’indirizzo indicato nel bando di gara (Comune di Francavilla Fontana – Via Municipio 4 – CAP: 72021 – Francavilla Fontana - BR).
2. E’ altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano del plico, tutti i giorni feriali, escluso il sabato, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 presso l’ufficio protocollo della stazione appaltante, sito presso il Comune di Francavilla Fontana – Via Municipio 4 – CAP: 72021 – Francavilla Fontana (BR). In caso di consegna a mano il personale addetto rilascerà apposita ricevuta nella quale sarà indicata data e ora di ricevimento del plico.
3. Per evitare dubbi interpretativi si precisa che per “sigillatura” deve intendersi una chiusura ermetica recante un qualsiasi segno o impronta, apposto su materiale plastico come ceralacca o piombo o striscia incollata, tale da rendere chiusi il plico e le buste, attestare l’autenticità della chiusura originaria proveniente dal mittente, nonché garantire l’integrità e la non manomissione del plico e delle buste. Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti.
4. Il plico, debitamente chiuso, deve recare all’esterno le informazioni relative all’operatore economico concorrente (denominazione o ragione sociale, codice fiscale, indirizzo, numero di telefono, fax e/o posta elettronica certificata, per le comunicazioni) e le indicazioni relative all’oggetto della gara. In particolare il plico dovrà contenere all’esterno l’intestazione del mittente e la seguente dicitura “DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL BAR DEL PALAZZETTO DI VIA PIERO ARGENTINA E ALTRI SERVIZI ACCESSORI”
5. Oltre il termine perentorio sopra specificato non sarà ritenuta valida alcuna altra domanda, anche se sostitutiva od aggiuntiva di domanda precedente. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motivo il plico stesso non giunga a destinazione in tempo utile, ovvero non giunga debitamente chiuso.
6. Il plico deve contenere al suo interno tre buste, a loro volta sigillate, recanti l’intestazione del mittente, l’indicazione dell’oggetto della concessione e la dicitura, rispettivamente:
“A – Documentazione amministrativa”;
“B – Offerta tecnica”;
“C- Offerta economica e temporale”.
7. Si precisa che la mancata separazione dell’offerta economica dall’offerta tecnica, ovvero l’inserimento di elementi concernenti il prezzo in documenti non contenuti nella busta dedicata all’offerta economica, costituirà causa di esclusione.
8. Si precisa che non saranno ammesse e verranno pertanto escluse le offerte plurime condizionate, alternative, espresse in diminuzione rispetto all’importo a base di gara o che prevedano una durata di gestione del punto ristoro superiore quella massima indicata nel presente bando.

 

ART. 12 - CONTENUTO DELLA BUSTA “A- DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”

 

1. Nella busta “A – Documentazione amministrativa” devono essere contenuti i seguenti documenti:
I) Domanda di partecipazione (vds. modello allegato sub. A), in bollo da € 16, sottoscritta dal concorrente (se persona fisica), dal/i legale/i rappresentante/i del concorrente o altro/i soggetto/i dotato/i del potere di impegnare contrattualmente il candidato stesso; alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione dalla gara, copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va allegata, a pena di esclusione dalla gara, copia conforme all’originale della relativa procura.
II) Dichiarazione sostitutiva (vds. modello allegato sub. B) ai sensi dell’art. 47 del d.P.R. del 28 dicembre 2000, n.445, relativa al possesso dei requisiti di partecipazione alla gara.
Qualora il concorrente sia una associazione temporanea, un consorzio o si costituisca in qualsiasi altra forma aggregativa, la domanda e la dichiarazione devono essere sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il raggruppamento o consorzio.

 

ART. 13 - CONTENUTO DELLA BUSTA “B - OFFERTA TECNICA”

 

1. Nella busta “B - Offerta tecnica” deve essere contenuta, a pena di esclusione dalla gara, il progetto di utilizzo del punto ristoro e degli spazi annessi, con l’eventuale offerta di servizi aggiuntivi
2. Sempre a pena di esclusione, il progetto deve essere sottoscritto in calce dalla persona fisica che partecipa alla gara ovvero dal legale rappresentante dell’impresa o da altro/i soggetto/i dotato/i del potere di impegnare contrattualmente l’impresa medesima. Qualora il concorrente sia una associazione temporanea, un consorzio o si costituisca in qualsiasi altra forma aggregativa, l’offerta e il progetto devono essere sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il raggruppamento o consorzio.
3. L’eventuale impegno a erogare servizi aggiuntivi (pulizia di tutta la struttura o di una parte della stessa etc.) deve contenere la precisa enucleazione delle seguenti informazioni:
a) Descrizione delle attività;
b) Personale adibito alle attività medesime; in particolare dovrà essere indicato:
• il numero delle unità adibite ai servizi aggiuntivi;
• il numero delle ore di impiego di ciascuna di esse;
• il costo orario di ciascuna unità impiegata in base al contratto collettivo di riferimento;
• le altre spese che l’erogazione del servizio comporta (costo materiali e dotazioni, etc.).

 

ART. 14 - CONTENUTO DELLA BUSTA “C- OFFERTA ECONOMICA E TEMPORALE”

 

Nella busta “C- Offerta economica e temporale” deve essere contenuta, a pena di esclusione dalla gara, una dichiarazione, in bollo, (vds. modello allegato sub. C), redatta in lingua italiana, contenente :
a. il rialzo percentuale offerto rispetto al canone posto a base di gara; tale rialzo deve essere espresso in cifre ed in lettere, senza abrasioni o correzioni di sorta - in caso di difformità tra l’offerta indicata in lettere e l’offerta indicata in cifre, prevale sempre l’offerta indicata in lettere, anche se quella in cifre risulti più conveniente per l’Amministrazione (cfr. Consiglio di Stato in Adunanza Plenaria, sentenza 13 novembre 2015 n. 10);
b. l’offerta in diminuzione sul tempo massimo di durata della concessione; l’offerta dovrà essere espressa indicando i mesi di effettiva riduzione rispetto al tempo massimo posto a base di gara (ad esempio 20 mesi di riduzione rispetto agli 120 mesi previsti a base di gara).
c. la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti ex art. 47 dpr 445/00 l’anzianità di iscrizione alla camera di commercio del concorrente.
Le suddette dichiarazioni devono essere sottoscritte, con firma leggibile e per esteso, dalla persona fisica che partecipa alla gara ovvero dal legale rappresentante dell’impresa o da altro/i soggetto/i dotato/i del potere di impegnare contrattualmente l’impresa medesima. Qualora il concorrente sia una associazione temporanea, un consorzio o si costituisca in qualsiasi altra forma aggregativa, l’offerta e la dichiarazione devono essere sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il raggruppamento o consorzio.

 

ART. 15 – MODALITA’ DI GARA - AGGIUDICAZIONE

 

L’apertura della busta “A – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” avverrà in data 04.02.2019, alle ore 10,00 in una sala della sede comunale di Francavilla Fontana (Via Municipio 4, II piano), in seduta aperta al pubblico.
La valutazione dei progetti in una o più sedute segrete; l’apertura e valutazione delle offerte economiche e temporali avverrà, invece, in una seduta pubblica che si terrà in data da definirsi.
Si procederà all’aggiudicazione della gara a favore del concorrente che avrà riportato il punteggio più elevato applicando i parametri descritti nei precedenti articoli.
Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola domanda valida. In caso di parità di punteggio si procederà all’aggiudicazione mediante sorteggio.
In caso di non veridicità delle dichiarazioni rilasciate o di mancati adempimenti connessi o conseguenti all’aggiudicazione, la medesima verrà annullata e l’assegnatario verrà dichiarato decaduto, fatte salve comunque le conseguenze penali previste in caso di dichiarazioni mendaci.
L’amministrazione comunale si riserva la facoltà di revocare la presente procedura per sopravvenute esigenze di pubblico interesse, senza che i concorrenti possano avanzare alcuna pretesa e/o eccezione, anche risarcitoria.

 

ART. 16 - DIVIETO DI CESSIONE

 

1. Per tutta la durata della concessione, è vietata la cessione del contratto, sia totale che parziale, la subconcessione e la sublocazione, sia totale che parziale.

 

ART. 17 – PUBBLICITA’

 

1. Il presente bando di selezione viene pubblicato sulla G.U.R.I., all’albo pretorio informatico e sul sito web istituzionale dell’Ente http://www.comune.francavillafontana.br.it.

 

ART. 18 - TRATTAMENTO DATI PERSONALI


1. Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e, per quanto compatibile, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e ss.mm.iii, i dati forniti dall’affidatario saranno trattati, con strumenti cartacei ed informatici, esclusivamente per le finalità connesse all’accordo convenzionale. Titolare del trattamento dei dati è il Comune di Francavilla Fontana.


Allegati
A. modello domanda di partecipazione alla selezione.
B. modello dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti ex art. 47 dpr 445/00 il possesso dei requisiti di partecipazione alla gara;
C. modello offerta relativa al canone di concessione e alla durata del contratto, con annessa dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che attesti ex art. 47 dpr 445/00 l’anzianità di iscrizione alla camera di commercio del concorrente.
D. capitolato speciale di gara;
E. schema di contratto.

Torna all'inizio del contenuto